Le rotte del marmo

Le rotte del marmo - Mostra - Biblioteca Accademia di Belle Arti

A cura di Romano Bavastro

Numerose manifestazioni e pubblicazioni hanno nel tempo presentato il marmo nella sua bellezza e importanza: opere realizzate nell’arte, nell’architettura, nel design grazie alle quali il nostro marmo ha raggiunto ogni più remoto angolo del pianeta. Dietro a questi viaggi, seguendo talvolta percorsi tortuosi, c’è un lavoro secolare che si rinnova e si perfeziona ogni giorno. Ci sono storie di uomini e di famiglie di imprenditori che hanno reso possibile l’apertura di rotte mondiali. Da un lato troviamo il lavoro delle cave che ha sempre contemplato perizia, fatica e pericolo, dall’altro quanti si sono impegnati e si impegnano per dare alla pietra forma e contenuto; dall’altro ancora coloro che il tesoro racchiuso nelle nostre montagne hanno saputo far apprezzare aprendo quelle rotte cui questa mostra è ispirata. Una catena complementare e imprescindibile per la diffusione del marmo nel mondo. La mostra intende dare conto dei molteplici aspetti legati a questa presenza che da duemila anni, sia pure fra alti e bassi, contraddistingue ed esalta l’identità della nostra terra e rende orgogliosi i suoi abitanti. Una mostra che, senza essere esaustiva, reca testimonianze significative grazie alla collaborazione di aziende scelte per la loro eccellenza. Espongono: Barattini Marmi, Campolonghi, Cooperativa Cavatori Gioia, Franchiumbertomarmi, Furrer, Il Fiorino, R.E.D. Graniti, Santucci Group

Orari:
Venerdì 16.00 – 23.00
Sabato 10.00 – 23.00
Domenica 10.00 – 23.00

[sociable/]

La bellezza alla fine del mondo

La bellezza alla fine del mondo - Mostra - Palazzo Binelli (foto di Lorenzo Devoti)

Foto di:
Paolo Albertosi
Lorenzo Devoti
Aldo Meschini
Federico Remondi
Ernesto Tuliozi

Dall’Islanda alla Terra del Fuoco, dal Giappone a Cabo de Roca arrivando fino al mitico far west. Il frastuono delle onde. Falesie a picco e l’immensità del mare. Forme e colori straordinari di luoghi che sembrano senza spazio e tempo. I Finis Terrae hanno da sempre un fascino particolare, metafore naturali dell’estremo e dell’ignoto. Dove i mari si incontrano e le acque si scontrano con la terra, e natura e uomo talvolta convivono a fatica. In questo viaggio fra ideali punti di confine del nostro pianeta, incontreremo a nord e a sud spazi sconfinati e forme straordinarie; ci imbatteremo in coste che sono termine e punto di arrivo di un possibile viaggio nel limite estremo dell’occidente antico; mari d’erba e luoghi elegantemente atropizzati nell’oriente giapponese e paesaggi scolpiti dal sole e dal vento nel lontano west.

Orari:
Venerdì 16.00 – 24.00
Sabato 10.00 – 24.00
Domenica 10.00 – 23.00

[sociable/]

Cambiamo clima! Gli eroi della terra

Cambiamo clima! Gli eroi della terra - Mostra - Spazio Paretra (Foto di Danilo Calogiuri)

In collaborazione con Earth Day Italy Roma

La mostra propone i lavori di grandi e affermati maestri della fotografia assieme a quello di quindici straordinari fotografi della scuderia di Shoot4Change. Le storie raccontate da queste immagini ci restituiscono un senso di urgenza, una richiesta di impegno concreto, un bisogno di promuovere quel “Cambiamento di Clima” necessario per tutelare i nostri figli e i nostri nipoti. Generazioni, già oggi, strette nella morsa del surriscaldamento globale, dell’inquinamento crescente e dell’impoverimento della biodiversità per la rapida scomparsa di specie animali e vegetali per la rottura degli equilibri nei loro habitat naturali. Storie italiane di uomini e di donne che brillano di un eroismo più o meno libero, più o meno consapevole, ma sempre parte esemplare del principio primo di ogni moderno ambientalismo: “il diritto di soddisfare i nostri bisogni e le nostre aspirazioni, solo a patto di non sottrarre alle generazioni future la possibilità di fare altrettanto”. Sono proposti tanti “eroi della terra”, con la speranza che tutti lo diventino nel vivere quotidiano, con il loro impegno a tutela del territorio e delle persone che lo abitano. Sono coloro che organizzano o gestiscono sistemi di produzione alimentare salubri e a basso impatto, i custodi delle discariche avvelenate, i restauratori del passato che conservano le bellezze minacciate, fino a pubblici amministratori, scienziati e imprenditori guidati dal principio del “bene comune”.

Orari:
Venerdì 16.00 – 24.00
Sabato 10.00 – 24.00
Domenica 10.00 – 23.00

[sociable/]

#amalaterra

#amalaterra - Mostra - Palazzo Binelli (foto Instagram di @lafarfan)

In collaborazione con Instagram Massa Carrara e Club fotografico apuano

Quanto vogliamo bene al nostro pianeta? cosa possiamo fare per garantirgli un futuro migliore? Cosa ci dona la terra e cosa noi offriamo a lei? L’amore e il rispetto per ciò che ci circonda, la riscoperta del legame tra uomo e natura, la consapevolezza di dover cambiare rotta e comportamenti per un domani migliore… Domande e riflessioni da siamo partiti per cogliere attraverso le immagini particolari della vita di tutti i giorni che diano un segno di speranza per la salvezza del nostro pianeta.

Orari:
Venerdì 16.00 – 24.00
Sabato 10.00 – 24.00
Domenica 10.00 – 23.00

[sociable/]

Una finestra dallo spazio La Terra come non l’avete mai vista, a meno che non siate astronauti

Lo sguardo dal di fuori. Osservare la terra come astronauti della ISS - Mostra - Fondo via Santa Maria

Filmati cortesemente concessi dall’European Space Agency/ESA

Ce l’abbiamo sotto i piedi, ovvia e inavvertita. Non c’è niente di più familiare del pianeta in cui viviamo, eppure non possiamo vederlo e percepirlo nella sua interezza. La prospettiva dall’esterno ci offre, invece, la possibilità di guardare la nostra Terra con occhi nuovi: nel nero oceano di negatività dello spazio appare visibile in modo straordinariamente chiaro e inaspettato, regalandoci un nuovo modo di intenderla come dimora primordiale e culla dell’umanità. I filmati sono stati realizzati da astronauti della Stazione Spaziale Internazionale, come Samantha Cristoforetti e Alexander Gerst.

Orari:
Venerdì 16.00 – 24.00
Sabato 10.00 – 24.00
Domenica 10.00 – 23.00

[sociable/]

Vuoti a perdere

Vuoti a perdere - Mostra - Via Santa Maria n. 13/g (opera di maria Capellini)

A cura di Movimento Discaricarts

Un progetto che vuole essere una denuncia degli sprechi nel settore alimentare, non tanto incentrata sul cibo, quanto sull’eccesso di contenitori, di involucri, di impacchettamenti che “avvolgono” i prodotti che consumiamo ogni giorno. Ci riferiamo all’imballaggio che se in certi casi può avere sicuramente funzionalità igieniche, molto spesso, essendo esageratamente vistoso, sembra più che altro volto a catturare l’attenzione dei consumatori e ad indirizzarne le scelte più che ad assolvere a finalità pratiche. Comunque sia l’imballo, dopo il consumo del prodotto, esige di essere smaltito concorrendo in misura notevole al riempimento del sacchetto della spazzatura, dei cassonetti e delle discariche, quando non viene abbandonato sconsideratamente nell’ambiente. Con tali premesse, cercando di sviluppare una sempre maggiore sensibilità sul problema, gli artisti Discaricarts hanno dato vita ad opere che traggono la loro materia prima proprio da questi scarti. Opere di: Luciana Bertaccini, Maria Capellini,
Guido de Marchi, Patrizia Ferrando, Marina Furlanis, Maria Luisa Gravina, Ester Negretti, Santino Mongiardino, Jurij Tilman.

Orari:
Venerdì 16.00-24.00
Sabato 10.00-24.00
Domenica 10.00-23.00

[sociable/]

Rotte fantastiche e rotte vere

Rotte fantastiche e rotte vere - Mostra - Galleria d’arte Il Borgo (opera di Antonio Barrani, Girotondo intorno al mondo)

Opere di Antonio Barrani

L´audace utilizzo di colori acrilici e smalti con pitture fluorescenti autoprodotte lancia il messaggio dell´artista spezzino in “rotta” verso l´arcipelago dell´infinito, un arcipelago fatto di sogni e di miti. Ecco, allora, alzarsi sul mare una mongolfiera, scorrere un trenino, accendersi la lampada del genio, ergersi una trottola, e i richiami immediati vanno al romanticismo onirico di Chagall. Curata dalla galleria Vallardi di La Spezia, la mostra presenta opere in cui, sullo sfondo di carte nautiche riportanti le “rotte” tra isole e riviere, per lo più mediterranee, appaiono le onde onnipresenti del mare.

Orari:
Venerdì 16.00 – 24.00
Sabato 10.00 – 24.00
Domenica 10.00 – 23.00

[sociable/]

Acqua-aria

Aria - acqua - Mostra - Corso Rosselli Fondo INA (Opera di F. Martera)

Associazione Insieme… è di più
A cura di Giovanna Riu

Acqua-aria che più di altri permettono l’esistenza del pianeta e, più particolarmente, del mondo vegetale, animale e umano. La loro importanza è tale da aver segnato nel tempo mitologie, religioni, culture, arte e scienza. La storia stessa.. Le artiste, attraverso conoscenza, immaginazione e realtà provano a restituire allo sguardo e alla riflessione di chi guarda la bellezza e insieme la paura e la preoccupazione per un pianeta le cui parti vitali sono pensate in pericolo. La trasversalità e la molteplicità dei linguaggi connota le loro opere. Si tratta, infatti, di dipinti, di sculture fatte con materiali diversi, di installazioni e di azioni artistiche. Farà parte integrante del progetto una performance di danza che , attraverso al corporeità, interpreterà gli elementi ACQUA-ARIA scelti. Maria Giulia Cherubini, Serena De Angeli, Maria Rita Dolfi, Carla Giglioli, Giò Guerri, Anna Landi, Maria Giuseppina Marjni, Graziana Masetti, Nina Meloni, Monica Michelotti, Silvana Pianadei, Adriana Tempesti.

Orari:
Venerdì 16.00 – 24.00
Sabato 10.00 – 24.00
Domenica 10.00 – 23.00

[sociable/]

Fragilità e bellezza Paure e speranze sul pianeta

Fragilità e bellezza - Mostra - Via Verdi n. 15/c - Fondo Corsi (opera di Leo Zeni)

A cura di Liceo Artistico “A. Gentileschi” – Carrara

Una personale e originale riflessione degli studenti sullo stato del nostro pianeta attraverso uno sguardo dall’alto e due prospettive di indagine: culturale e naturale. Tra realtà e immaginazione, la Terra è vista come un mondo articolato in una molteplicità di culture e civiltà, soglie e confini che, nel corso del tempo, sono diventati sempre più fluidi, dando origine al presente globale. Ma il pianeta azzurro è anche natura: foreste, acqua, clima, risorse energetiche, che portano ad una riflessione sul suo futuro e sulle diverse emergenze che lo colpiscono.

Orari:
Venerdì 16.00 – 24.00
Sabato 10.00 – 24.00
Domenica 10.00 – 23.00

[sociable/]

Cronache dalla Grande Guerra

Cronache dalla Grande Guerra - Underground Saffi

A cura di Istituto di Istruzione Superiore “G. Toniolo” – Massa

Cronaca nazionale e locale, testimonianze e cimeli conservati dalle famiglie, per un confronto diretto e una riflessione sulla prima guerra veramente mondiale. Si tratta di una ricerca condotta dai ragazzi della scuola guidati dai docenti volta a ricostruire una storia parallela a quella trasmessa dalla storiografia ufficiale che dà ascolto alle ragioni dell’esperienza di uomini e donne che ci hanno preceduto.

Orari:
Venerdì 16.00 – 24.00
Sabato 10.00 – 24.00
Domenica 10.00 – 23.00

[sociable/]