Vittorino Andreoli

lamberto-maffei200x200px

Psichiatra di fama mondiale, è stato direttore del Dipartimento di Psichiatria di Verona-Soave ed è membro della New York Academy of Sciences. Dopo la formazione medica i suoi interessi si orientano verso la neurologia e la psichiatria per approfondire la teoria della plasticità encefalica. Accanto alle ricerche sulla biologia e sull’ecologia della follia, è intervenuto su questioni di criminologia, spesso in occasione di salienti fatti di cronaca. Nelle sue pubblicazioni ha inoltre indagato le dinamiche delle relazioni umane e dei sentimenti. Tra le sue opere: L’alfabeto delle relazioni (Milano 2005); Le nostre paure (Milano 2011); Elogio dell’errore (Milano 2012, con Giancarlo Provasi); Il denaro in testa (Milano 2012); L’educazione (im)possibile (Milano 2014); La gioia di vivere (2016); La gioia di pensare (Milano 2017); Le forme della bellezza (Milano 2017). Tra i suoi romanzi ricordiamo Nessuno (2012); La quarta sorella (2013); Il corpo segreto (2014) e L’uomo senza identità (2015).

Remo Bodei

Bodei200x200px

È dal 2006 professore di Filosofia presso la University of California (UCLA) di Los Angeles. Tra i massimi esperti delle filosofie dell’idealismo classico tedesco e dell’età romantica, si è occupato anche di pensiero utopico e di forme della temporalità nel mondo moderno. In una serie di lavori ha inoltre indagato il costituirsi delle filosofie e delle esperienze della soggettività tra mondo moderno e contemporaneo, pervenendo a una riflessione critica sulle forme dell’identità individuale e collettiva. Tra i suoi libri recenti: Destini personali (Milano 2002); Una scintilla di fuoco. Invito alla filosofia (Bologna 2005); Piramidi di tempo. Storie e teorie del «déjà vu» (Bologna 2006); Paesaggi sublimi. Gli uomini davanti alla natura selvaggia (Milano 2008); La vita delle cose (Roma-Bari 2009); Ira. La passione furente (Bologna 2011); Immaginare altre vite (Milano 2013); Generazioni (Roma-Bari 2014); Limite (Bologna 2016); Le virtù cardinali (Roma-Bari 2017 con G. Giorello, M. Marzano, S. Veca); La nuova fisica delle particelle e i segreti dell’universo (Milano 2017 con G. Tonelli).

Edoardo Boncinelli

boncinelli200x200px

È professore di Biologia presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Ha diretto il Laboratorio di Biologia Molecolare dello Sviluppo presso l’Istituto Scientifico Ospedale San Raffaele. Collabora con Le Scienze e il Corriere della Sera. Si è dedicato allo studio della genetica e della biologia molecolare degli animali superiori e dell’uomo. I suoi studi sul cervello e la corteccia cerebrale lo hanno portato a evidenziare il significato culturale delle neuroscienze. Tra le sue pubblicazioni: Genoma. Il grande libro dell’uomo (Milano 2002); L’anima della tecnica (Milano 2006); Dialogo su etica e scienza (con E. Severino, Milano 2008); Come nascono le idee (Roma-Bari 2008); Perché non possiamo non dirci darwinisti (Milano 2009); Lo scimmione intelligente (con G. Giorello, Milano 2009); Mi ritorni in mente. Il corpo, le emozioni, la coscienza (Milano 2010); Che cos’è il tempo? (Roma 2012); Lo scimmione intelligente. Dio, natura e libertà (Milano 2012); Tempo delle cose, tempo della vita, tempo dell’anima (Roma-Bari 2013); Vita (Torino 2013); Una sola vita non basta. Storia di un incapace di genio (Milano 2013); Alla ricerca delle leggi di Dio (Milano 2014); Noi siamo cultura. Perché sapere ci rende liberi (Milano 2015); Contro il sacro. Perché le fedi ci rendono stupidi (Milano 2016); L’infinito in breve (Milano 2016); L’incanto e il disinganno (con G. Giorello, Milano 2016); Io e lei (Milano 2017).

Maria Chiara Carrozza

michela-marzano200x200px

È professoressa di Bioingegneria Industriale presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, dove è stata anche Rettore dal 2007 al 2013 fino alla sua elezione alla Camera dei Deputati. È stata Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nel Governo Letta. Nel 2016 è stata eletta Presidente del Gruppo Nazionale di Bioingegneria. Ha ricoperto importanti incarichi per la commissione europea sulla valutazione dei programmi di ricerca nell’ambito del programma Future Emerging Technologies (FET). È membro del Consiglio di Amministrazione di Piaggio S.p.A., ed è socio fondatore di IUVO s.r.l., spin-off della Scuola Superiore Sant’Anna nel settore della robotica indossabile. I suoi interessi di ricerca sono rivolti ai settori della bioingegneria, della riabilitazione, biorobotica, robotica umanoide, bionica, mani robotiche e protesiche, interfacce persona-macchina. È autrice di numerose pubblicazioni su riviste e volumi internazionali ed è detentrice di numerosi brevetti internazionali.

Paolo Crepet

Psichiatra di fama internazionale, sociologo e scrittore. Esperto nel campo della psichiatria sociale e della ricerca sul tentato suicidio, si è reso promotore di progetti innovativi e di rottura contro la psichiatria tradizionale fondata sul manicomio e sulle case di cura private. È stato membro del Consiglio Europeo della Federazione Mondiale della Salute Mentale e Consulente Associato del Centre for Mental Health Services Development del King’s College di Londra. Dal 2013 è membro del gruppo di lavoro G124 dell’Architetto Renzo Piano presso il Senato della Repubblica sulla riqualificazione delle periferie. Fra i suoi libri più recenti: Dove abitano le emozioni (Torino 2007); La gioia di educare (Torino 2008); Perché siamo infelici (Torino 2010); Elogio dell’amicizia (Torino 2012); Impara a essere felice (Torino 2013); L’autorità perduta (Torino, 2013); Baciami senza rete (Milano 2016). Fra gli altri, per la narrativa: Non mi chiedere di più (Siena, 2014); Il caso della donna che smise di mangiare (Milano 2015).

ALESSANDRO FARRUGGIA

Giornalista, lavora presso la redazione romana del Quotidiano Nazionale, per cui nel 2009 ha dato vita al sito Ecquo. Ha seguito le principali conferenze internazionali degli ultimi vent’anni sul tema dell’ambiente e gli incidenti nucleari di Chernobyl e Fukushima. Ha partecipato a due spedizioni con il Programma Nazionale di Ricerche in Antartide. Ha vinto il Premio Saint-Vincent (2006). Ha pubblicato Clima: istruzioni per l’uso (Milano 2007), ha scritto, insieme a Vincenzo Ferrara, Fukushima (Venezia 2012).

Maurizio Ferraris

È professore di Filosofia teoretica presso l’Università di Torino. Dal 2010 collabora alle pagine culturali de La Repubblica. Dopo aver scritto e condotto Zettel – Filosofia in Movimento per Rai Cultura, dal 2015 conduce Lo Stato dell’Arte, su Rai5, dedicato all’approfondimento di temi d’attualità, politica e cultura. Nelle sue ricerche ha contribuito al rilancio dell’estetica come teoria della sensibilità e ad un’ontologia sociale intesa come ontologia critica, volta a un superamento del postmodernismo con la proposta di un nuovo realismo, attraverso cui condurre un’analisi del contemporaneo e del mondo dei media e delle nuove tecnologie. Tra i suoi libri recenti: Sans papier. Ontologia dell’attualità (Roma 2007); Il tunnel delle multe. Ontologia degli oggetti quotidiani (Torino 2008); Piangere e ridere davvero. Feuilleton (Genova 2009); Ricostruire la decostruzione (Milano 2010); Estetica razionale (Milano 2011); Filosofia per dame (Parma 2011); Anima e iPad (Parma 2011); Manifesto del nuovo realismo (Roma-Bari 2012); Realismo positivo (Torino 2013); Mobilitazione totale (Roma-Bari 2015); Emergenza (Torino 2016); L’imbecillità è una cosa seria (Bologna 2016).

Alan Friedman

È stato una delle più autorevoli firme del Financial Times dal 1979 al 1993. In seguito è stato Global Economy correspondent dell’International Herald Tribune, e ha anche scritto per il New York Times dal 1994 al 2003. Global Economy columnist del The Wall Street Journal Europe dal 2003 al 2005. Vincitore per ben quattro volte del British Press Award (equivalente inglese del Premio Pulitzer), è l’unico giornalista americano ad avere ricevuto la Medaglia d’onore dal Parlamento italiano nel 1997. Fra i suoi scoop il caso Iraqgate, lo scandalo che travolse la Banca Nazionale del Lavoro (BNL) e dimostrò il coinvolgimento di Casa Bianca e CIA nella vendita di armi a Saddam Hussein. In questi ultimi dieci anni è stato produttore di programmi televisivi su economia e politica, consulente di capi di governo in Asia e Medio Oriente, oltre che di organizzazioni internazionali come l’ONU per la strategie di comunicazione e di politica economica. Opinionista e commentatore dell’economia fra i più stimati in Europa, ideatore e conduttore televisivo molto popolare in Italia, dove ha collaborato a lungo con Rai3, Rai2, Sky TG24 e La7. Fra i suoi libri: Il Bivio. L’italia a metà strada tra crisi e transizione (Milano 1996); Ammazziamo il Gattopardo (Milano 2014); My Way. Berlusconi si racconta a Friedman (Milano 2015); Questa non è l’America (Roma 2017).

Franco Gabrielli

Dal 29 aprile 2016 è Capo della Polizia – Direttore generale della Pubblica Sicurezza. Nel maggio 1985 entra nella Polizia di Stato, dall’agosto 1990 al novembre 1996 è alla Questura di Firenze, dirigendo la Sezione Antiterrorismo della locale Digos, coordinando indagini relative all’eversione e alle stragi mafiose della primavera – estate del 1993 (attentato di via dei Georgofili). Nel giugno del 1999 – in seguito all’omicidio di Massimo D’Antona da parte delle Brigate Rosse, viene trasferito alla Direzione centrale della Polizia di prevenzione – Servizio antiterrorismo, per partecipare attivamente alle indagini. Il ruolo svolto nelle indagini per la cattura dei brigatisti responsabili degli omicidi D’Antona, Biagi e Petri gli vale, nell’ottobre 2003, la promozione a Dirigente superiore della Polizia di Stato per meriti straordinari. Nell’estate 2005, quale Direttore del Servizio centrale antiterrorismo, collabora alle indagini che conducono alla cattura in Italia di uno dei responsabili degli attentati alla metropolitana di Londra. Nominato Prefetto il 16 dicembre 2006, viene chiamato a dirigere il Sisde, divenuto successivamente Aisi. Il 6 aprile 2009, all’indomani del sisma, il Consiglio dei Ministri lo nomina Prefetto dell’Aquila e Vice Commissario vicario per l’emergenza terremoto. Nel maggio 2010, assume l’incarico di Vice Capo Dipartimento della protezione civile di cui, nel novembre, diviene Capo Dipartimento. In quella veste, gestisce le emergenze legate al sisma nella Pianura Padana del maggio 2012 nonché, in qualità di Commissario delegato dal Governo, le procedure per il recupero e la messa in sicurezza della Costa Concordia. Il 3 aprile 2015 è stato nominato Prefetto di Roma.

Eva Giovannini

Inviata del programma di Raitre Cartabianca, è membro della “Commissione di Saggi sulle prospettive dell’Unione Europea” nominato dalla Presidente della Camera Laura Boldrini e fa parte del Senior Advisory Board del premio “Jo Cox”. Ha realizzato reportage per Annozero (Raidue) e lavorato per Sky TG24, dove ha curato anche il programma di approfondimento Controcorrente. È stata inviata di Piazzapulita (LA7) e Ballarò (Raitre). Per la carta stampata ha collaborato con Il Tirreno e Affari & Finanza (La Repubblica). Ha scritto Europa anno zero. Il ritorno dei nazionalismi (Venezia 2015).