A Con-vivere 2017 le Reti dei bambini Letture, laboratori e giochi per i più piccoli al Festival organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara

Come tradizione vuole c’è anche un Con-vivere a misura di bambino: anche per l’edizione 2017 il Festival organizzato dalla Fondazione Cassa di risparmio di Carrara ha pensato a spazi per i più piccoli mentre mamma e papà sono alle conferenze.

Al Festival dedicato alle Reti, simbolicamente, si parte giovedi 7 alle ore 17.00 in Via Plebiscito presso lo Spazio bambini con il “Il Mangiasogni Raccontastorie”, a cura di Toupie Ludo Cafè dedicato ai bambini dai 5 anni in su. Con kamishibai e creazione di un acchiappasogni che nella sua Rete cattura tutte le paure e gli incubi che affliggono il sonno dei più piccini.
Venerdi 8. (ore 17.00 Via Plebiscito Spazio bambini) “Reazioni a catena”, laboratorio per piccoli scienziati a cura di Toupie Ludo Cafè per i bambini dai cinque anni in su che potranno realizzare un palloncino a reazione, dar vita alle nuvole, vedere il pepe correre via, per arrivare alla sfida impossibile di gonfiare un palloncino senza usare il fiato. (prenotazione: 0585 55249).
Sabato 9 (Via Plebiscito Spazio bambin) “Intrecci” laboratorio per bambini dai 3 anni in su a cura di Associazione Matrioska. Usando la tecnica della pittura e della stampa a colla e trasformando in attrezzi da lavoro oggetti d’uso quotidiano, verrà data vita a molteplici pattern che caratterizzeranno tante e diverse carte temperate. Il risultato finale sarà un gran tappeto dipinto, dal quale avrà inizio il laboratorio del giorno successivo, domenica 10 “Intrecci. Fili e storie”. (prenotazioni: 0585 55249 )
Alla lettura il Festival ha dedicato uno spazio area piccoli alla Biblioteca civica a cura dei lettori Nati per leggere. Primo appuntamento giovedì 7 Settembre, dalle 18.30 alle 20.00, con La Biblioteca dei bambini , un luogo ideale dove ascoltare letture per tutti i gusti e trovare il posto giusto alle emozioni. Una sorta di “Inside out” attraverso la lettura, per dare un colore alla rabbia e alla tristezza, all’allegria e alla paura. Evento su prenotazione al numero 0585 55249.
Sabato 9 settembre dalle 18.30 alle 20.00 (sempre presso la Biblioteca Civica – Area Piccoli Spazio bambini a cura dei lettori Nati per leggere): “ Il mio amico immaginario”: un viaggio dedicato al legame dell’amicizia in cui incontrare svariati personaggi con i quali poter condividere esperienze, avventure e perché no, diventare inseparabili compagni di viaggio. (Prenotazione 0585 55249).
Il Festival dei bambini si chiuderà domenica ore 18.30 (via Plebiscito Spazio bambini a cura dei lettori Nati per leggere) con un inno all’allegria attraverso filastrocche e letture in rima, in prosa e in canto.

Menù a tema e degustazioni gratuite a Con-vivere L'edizione 2017 inaugura speciali gemellaggi del gusto in città

Sarà l’edizione degli abbinamenti del gusto e dei gemellaggi enogastronomici quella di Con-vivere 2017. Per tutte le edizioni il cibo ha rappresentato uno dei modi per raccontare il Festival organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara. Ci ha fatto scoprire i continenti, le tradizioni e gli abbinamenti più inediti, senza mai dimenticare i sapori del territorio. Nell’edizione 2017, complice il tema dedicato alle“Reti”, si inaugurerà un circuito-gemellaggio fatto di prodotti di qualità che si abbinano.
Un’idea nata dalla collaborazione con Ristorando Carrara: “Le eccellenze – spiega Nadia Cavazzini presidente associazione dei ristoranti del centro – offerte da ristoranti, bar e altri esercizi, sono inserite in un circuito enogastronomico profondamente legato da una Rete a questo territorio così unico”.
Tutto nasce dalla voglia di omaggiare e valorizzare il ruolo che le botteghe storiche ricoprono, che diventano un luogo di accoglienza e incontro: “In una piccola azienda/bottega – racconta Angelo Cafarelli, titolare di una storica macelleria del centro, si instaura tra venditore e compratore un rapporto umano che va dall’accorgimento di che lascia la fettina di carne per il bimbo di tizio che ogni giorno passa dalla sua bottega di fiducia, alla chiacchiera di quando ci si confida con il bottegaio sotto casa”.

Ecco tutti gli abbinamenti di bar ristoranti, in collaborazione con Ristorando Carrara, che aderiranno con menù e proposte nei giorni del Festival. RISTORANTI: Al Teatro Pizzeria Piazza Garibaldi, 1 – 0585 775170 Con: Birrificio “La Petrognola” Garfagnana; Birra Calacata Maestri Birrai Apuani € 15,00; La Capinera Osteria Via Ulivi, 8 – 0585 74294 Con: Panificio Achilli Franco – Vinca; Olio Podere Cardellini di Capri Fernanda – Fivizzano € 18.00 Cibart Via Ulivi, 1 ang. P.zza Alberica 0585 70210 Con: Larderia “La Stazione“ di Bruna Guadagni – Colonnata € 26,00; Hope Piazza delle Erbe, 3 – 380 714 1101 Con: Antica macelleria Cafarelli; “Bontà della Garfagnana” – Vagli Sotto € 25,00 Ninan Via L. Bartolini, 3 – 0585 74449 Con: Azienda agricola “Terre Apuane” – Carrara (Vini); Larderia Venanzio – Colonnata € 35,00 Petite Cuisine Via Verdi, 4 – 0585 70226 Con: Antica Larderia Mafalda – Colonnata € 25,00; Il Re Bacco Via L. Giorgi, 5 – 0585 776778 Con: Panificio Antico Mulino Pandolfo – Carrara; Miele di castagno di Lidia Borello € 30,00 Merope Via Ulivi, 2 – 0585 776961 Con: Consorzio di Tutela del Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale – San Martino in Campo; Frantoio Moro – Caniparola € 20,00 Roma Piazza Battisti, 1 – 0585 70632 Con: Azienda vinicola “Ca’ Lunae” – Casano; Testarolo della Lunigiana € 25,00 La Tavernetta Piazza Alberica, 10 – 0585 777782 Con: Panificio Bruna – Carrara € 20,00; Velia Enoteca Via Manzoni, 1/D – 0585 777602 Con: “Naturalmente Lunigiana” – Gigliana Filattiera (Formaggi); Larderia “La Stazione” di Bruna Guadagni – Colonnata € 28,00 Le zie Piazza Duomo, 3 – 0585 70728 Con: Ditta Artigiana Larderia Sanguinetti – Colonnata € 20,00.
BAR, PANIFICI E MENU VELOCI Antonella Gastronomia Via VII Luglio, 16 Con: Panificio Antico Mulino Pandolfo – Carrara € 8,00 Arlecchino Bar Pasticceria Via Roma, 13 (Galleria) Con: Farina e Zucchero di Porta Giovanni € 7,00 Caflisch Bar Pasticceria Via Verdi ang. Via Roma Con: Latte Marinella € 7,30; Casa del Caffè Via Verdi, 10/a Con: Antica Larderia Mafalda – Colonnata € 10,00 Caffè Crema Via Roma Con: Dilac Toscana Srl – Massa (Prodotti freschi dalla Lunigiana) € 8,00 Caffè Fuori Porta Piazza Battisti, 1 Con: Larderia F.Guadagni – Colonnata; Caseificio “Il Caprile” – Carrara; Azienda vinicola Montepepe – Montignoso € 9,90 Drogheria del Bon Prò Piazza Alberica, 10 Con: Panificio Antico Mulino Pandolfo – Carrara; Larderia di Adò – Colonnata € 10,00 Giotto Bar Via Verdi, 15/A Con: Panificio Lorenzani Roberto – Carrara; Pasticceria “Dolci Tentazioni” – Carrara € 7,00 Gladius Pizzeria Via Loris Giorgi, 6 A Con: Olio Agriturismo “Profumodi natura” – Fivizzano € 10,00 La Borsa Cafè Via Roma, 11 Con: Azienda agricola cantina “Il Monticello” dei F.lli Neri – Sarzana € 10,00 Leon d’Oro Piazza Alberica, 8/c Con: Panificio Michael di Menconi Michael – Carrara € 8,00 Margherita Pizzeria Via Manzoni, 2 Con: Larderia Giannarelli – Colonnata € 12,00 Caffè Roma Via Roma Con: Testarolo della Lunigiana; Azienda vinicola “Cantine Lunae” – Ortonovo € 10,00.

Con-vivere anche quest’anno sarà l’occasione per i consueti appuntamenti gastronomici cibo, territorio e salute. Saranno tre gli appuntamenti intitolati “Legami di terra” a cura dell’Istituto Alberghiero “G.Minuto”, che presenteranno con esperti del settore e show Cooking tre prodotti di qualità del territorio al contempo fondamentali per la nostra salute e alimentazione. Il primo (venerdì alle 20,30) in collaborazione con Associazione di Olivicoltura “Nostrato” sull’olio; il secondo, (sabato ore 20.30 Palazzo Binelli) sul miele in collaborazione con Consorzio di Tutela del Miele della Lunigiana D.O.P. Infine, (domenica ore 20.30 Palazzo Binelli) appuntamento sul latte in collaborazione con Università di Pisa. Studi, approfondimenti e curiosità che termineranno con degustazioni gratuite.

Programma ancora più ricco per “Reti” A Con-vivere 2017 arrivano anche Franco Gabrielli, Francesco Occhetta. Con l'omaggio a Nicola Toscano il Festival ricorda il musicista e allunga il programma musicale.

Crescono gli appuntamenti dell’edizione numero XII di Con-vivere Festival. Il programma delle conferenze ospita nuovi relatori: Franco Gabrielli venerdì 8 Settembre alle 17 sarà il protagonista di un incontro-intervista sulle reti del terrorismo. Capo della Polizia Direttore generale della Pubblica Sicurezza dal 2016, Gabrielli ha una lunga esperienza di studi e di indagini sul terrorismo: dall’agosto 1990 al novembre 1996 è alla questura di Firenze, dirigendo la Sezione Antiterrorismo della locale Digos, coordinando indagini relative all’eversione e alle stragi mafiose della primavera – estate del 1993 (attentato di via dei Georgofili). Nel giugno del 1999 – in seguito all’omicidio di Massimo D’Antona da parte delle Brigate Rosse, viene trasferito alla Direzione centrale della polizia di prevenzione – Servizio antiterrorismo, per partecipare attivamente alle indagini. Il ruolo svolto nelle indagini per la cattura dei brigatisti responsabili degli omicidi D’Antona, Biagi e Petri gli vale, nell’ottobre 2003, la promozione a dirigente superiore della Polizia di Stato per meriti straordinari.
E poi Francesco Occhetta, gesuita, collaboratore della rivista Civiltà Cattolica, consulente dell’Unione Stampa, si occupa di diritto e di questioni sociali. A Con-vivere parlerà del tema “Chi è il mio prossimo” domenica 10 settembre alle ore 18,00.

Sabato 9 Settembre alle 21,30 il Festival riserva un omaggio a Nicola Toscano con un Evento Ospite per ricordare nella sua città, nella sua piazza Alberica dove ha tenuto memorabili concerti, il musicista venuto prematuramente a mancare. Tre set: Tango, Tribal State/ Embargo, Les Anarchistes, tre ambienti musicali differenti con tanti musicisti amici che hanno attraversato e condiviso tutta la vita con Toscano, interventi video e testimonianze sul suo lavoro. Apre il concerto l’orchestra degli allievi della Scuola Media Dazzi.

Le reti virtuali e quelle reali di Con-vivere 2017. Ecco le mostre di “Reti” Un viaggio in 3 D nei luoghi di crisi. Un challenge fotografico e “Ti lovvo”, le opere del concorso destinato ai giovani

Ci sono i legami affettivi, quelli tra i popoli, quelli reali e quelli virtuali nelle mostre in programma a Con-vivere 2017, il Festival organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara in programma da giovedì 7 a domenica 10 settembre.
Con il progetto Virtuality. Tra realtà e intimità si indagherà sulla sempre più crescente propensione a mostrare la propria intimità attraverso i social network, piuttosto che nella vita reale di ogni giorno, tesi così a farla apparire, su luccicanti schermi, più piena ed emozionante di quanto in realtà sia. Saranno le foto di Viviana Di Matteo a farci riflettere su questa contraddizione dei giorni nostri.

Sarà un’esperienza unica quella che il popolo di Con-vivere potrà fare grazie alla mostra Con gli occhi di Medici Senza Frontiere (in programma presso lo spazio ex Martinelli) che ripercorre alcune tappe importanti della storia di Medici Senza Frontiere, soffermandosi sui contesti di maggiore attualità ed offrendo uno spaccato delle sfide e dei dilemmi che la più grande organizzazione medico-umanitaria indipendente al mondo deve quotidianamente affrontare. I visitatori potranno indossare visori in 3 D e fare un tour virtuale nei progetti di Medici senza Frontiere, vedere scene a 360 gradi sui luoghi di crisi e i conflitti in cui opera l’associazione.

I continenti e i popoli che li vivono, il filo conduttore, il legame che unisce il pittore con il mondo intero attraverso le sue opere, il suo linguaggio; e i legami tra civiltà geograficamente lontane e culturalmente diverse sono alla base di Paesaggi e Volti in Relazione Civiltà Popoli Religioni, dipinti di Marina Serri in programma a Palazzo Binelli: un percorso espositivo che si articola attraverso i dipinti della pittrice nati dalle esperienze dei suoi viaggi.

Con-vivere Carrara Festival, in collaborazione con Instagramers Massa-Carrara propone poi #reticoli, un challenge fotografico sulle interconnessioni a livello globale e l’interattività delle comunicazioni presenti nella quotidianità di tutti noi.

Infine, presso la biblioteca civica, Ti lovvo. Affetti e relazioni nell’era di internet, la mostra delle opere degli studenti del Liceo Artistico “Gentileschi” che hanno partecipato al concorso promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Carrara per approfondire il tema del Festival numero XII. “L’iniziativa – ci tiene a sottolineare la Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara – ha l’intenzione di porsi come opportunità per inserire il Festival Con-vivere nel tessuto sociale del territorio, proseguendo la proficua e attiva collaborazione impostata con gli istituti scolastici”.

La musica di “Reti” Apre Mauro Pagani con l'omaggio a De André, si chiude con il ritmo di Enzo Avitabile e i Bottari di Portico.

Sarà la musica degli incontri e delle contaminazioni quella di Con-vivere 2017, il Festival organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara in programma da giovedì 7 a domenica 10 settembre. E’ questa la declinazione in musica di “Reti”, il tema di questa edizione del festival giunto al dodicesimo anno.

Si parte Mauro Pagani (giovedì 7 settembre alle 21,30 in Piazza Alberica) che porta al Festival di Carrara il suo racconto di suoni e parole, frutto del percorso che Pagani ha compiuto da protagonista degli ultimi cinquant’anni della storia della musica italiana, prima come fondatore, insieme ad altri quattro fantastici musicisti, della Premiata Forneria Marconi, poi come solista, pubblicando cinque album solisti di rara qualità e originalità. E poi ancora come produttore e arrangiatore, collaborando con artisti del calibro di Roberto Vecchioni, Ornella Vanoni, Massimo Ranieri, Ligabue, Arisa, Nina Zilli, Negramaro, Chiara e molti altri, e soprattutto componendo insieme al grandissimo Fabrizio De Andrè due album da tutti considerati capisaldi della storia della canzone d’autore in Italia, Creuza de Ma e Le Nuvole.

Venerdì 8 settembre (22,30 in Piazza Alberica) sarà il momento del ritorno a Con-vivere dell’Orchestra di Piazza Vittorio, uno degli esempi più interessanti di rete culturale, con i suoi musicisti che provengono a dieci paesi diversi e parlano nove lingue diverse.

Travelin’ Man, è invece il concerto di Beppe Gambetta e Radim Zenkl (sabato 8 settembre ore 22,30 nel cortile della biblioteca civica)per raccontare gli incontri tra artisti che hanno dato vita a cambiamenti fruttuosi e la nascita di nuovi generi musicali: dall’antico lavoro dei cantastorie e menestrelli che comunicavano al popolo le malefatte dei potenti partirà una storia musicale delle comunicazioni con diramazioni infinite, che potrà raccontare, ad esempio, le contaminazioni tra musicisti emigranti di etnie diverse e le nuove fantastiche musiche che ne sono scaturite.

Un altro inedito incontro sarà quello tra Enzo Avitabile e i Bottari di Portico (domenica 10 Settembre ore 22,00 in Piazza Alberica) che chiuderanno gli appuntamenti con la musica di Con-vivere 2017. Attraverso il pop, il ritmo della musica napoletana, la musica antica della pastellessa e della zeza e il canto sacro, prenderà forma il legame tra il cantante, compositore e polistrumentista napoletano, Avitabile che ha collaborato con i grandi nomi della musica internazionale, (Pino Daniele, James Brown, Richie Havens, Africa Bamabaataa, Tina Tarner, Randy Crawford, Mory Kante) e i Bottari, percussionisti che, secondo un’antichissima tradizione poplare, utilizzano come strumenti botti, tini e falci.

Anche in questa edizione Con-vivere ha riservato uno spazio alla denuncia di diritti negati in terre martoriate. Lo farà Aeham Ahmad, (giovedi 7 settembre al Cortile delle Biblioteca Civica), “il pianista di Yarmuk”, campo profughi palestinesi alle porte di Damasco. Classe ’89, Ahmad , che lavora nel negozio di strumenti musicali di suo padre, prende il suo pianoforte e lo porta in strada con un carretto e canta per la gente stremata dall’assedio delle truppe di Assad, dai jihaidisti, dai bombardamenti e dalla fame. Diventa “il pianista di Yarmuk” e i video che lo ritraggono suonare sui cumuli di macerie fanno il giro del mondo che apprende e si appassiona alla sua storia.

Infine la lirica, grazie alla consueta collaborazione con Gli amici della Lirica. O Padre, Figli, Sposa. Storie di Relazioni e affetti, (sabato 9 Settembre ore 21,30 in Duomo) sarà un excursus tra sentimenti e parole che sono stati capaci di ispirare quelle tante arie che ancora oggi commuovono il mondo.

Tutti i concerti saranno gratuiti.

RETI

Paolo Crepet, Federico Rampini, Alan Friedman, Maurizio Ferraris, Cesare Maria Ragaglini, il ritorno di Piergiorgio Odifreddi, sono solo alcuni dei nomi di Con-vivere 2017, che si terrà a Carrara da giovedì 7 a domenica 10 settembre e sarà dedicato al tema “Reti”. Confermato il format inaugurato lo scorso anno: quattro giorni dalle 17 alle 24 e, come da tradizione, musica, cinema, cibo, mostre ed eventi collaterali

Dopo le Frontiere, le Reti. Il tema dell’edizione numero XII di Con-vivere, il Festival organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara sotto la direzione scientifica del professor Remo Bodei, è stato pensato come sviluppo di quello affrontato la passata edizione.
Così, se lo scorso anno al centro erano i confini e le frontiere, questa volta le conferenze in programma indagheranno sui legami, i ponti, le relazioni. Un tema sconfinato che apre riflessioni enormi e interrogativi nuovi.

“A partire dall’età moderna – spiega il direttore scientifico del Festival Remo Bodei – in seguito alla scoperta dell’intero globo, si sono fatti sempre più frequenti gli scambi su scala planetaria. Ad oggi le relazioni si sono talmente intensificate da aver superato ormai ogni confine fisico, culturale o politico. Catalizzatore di questo processo è lo sviluppo scientifico e tecnologico, che pone a sua volta continue e cruciali sfide Come cambiano relazioni, legami e la percezione della propria individualità? Come interpretare i cambiamenti prodotti dai nuovi media digitali?”.

“Si tratta di tematiche significative per la comprensione del presente in cui viviamo – aggiunge il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara Alberto Pincione – e su cui abbiamo deciso di focalizzarci, con l’intenzione di fornire come sempre un’occasione di riflessione unica e multidisciplinare. Il festival si attesta in questo modo come un evento centrale nel panorama culturale del nostro territorio oltre che nazionale”.

Alla base di “Reti”, il tema delle dinamiche delle relazioni affettive, umane e sociali che vedrà protagonisti il direttore scientifico del Festival Remo Bodei con “L’individuo: crocevia di messaggi” una conferenza incentrata sull’individuo (in programma domenica 10 Settembre ore 17,00 Cortile Biblioteca Civica); il sociologo Paolo Crepet con “Baciami senza Rete” (Cortile Biblioteca Civica, giovedì 7 settembre) che invece indagherà l’effetto dei media e dei social e lo psichiatra Vittorino Andreoli a cui è affidata una panoramica generale sugli elementi che sono alla base dei nostri legami con “Alfabeto delle Relazioni”, sabato 9 Settembre presso il Cortile Biblioteca Civica.

Un secondo campo di indagini del Festival riguarderà i nuovi media e il mondo del digitale. Saranno protagonisti Federico Rampini che, con la conferenza dal titolo “Rete padrona” (venerdì 8 Settembre al Cortile della Biblioteca Civica), approfondirà il volto oscuro della rivoluzione digitale, partendo dalle grandi reti e dai giganti come Google e Amazon; il professore Maurizio Ferraris con “Media” (venerdì 8 Settembre Cortile Biblioteca civica) che ci aiuterà a comprendere le dinamiche dei nuovi mezzi di comunicazione, come ci condizionano e come cambiano il nostro essere umani e Dino Pedreschi con la conferenza dal titolo “Big Data”, per capire cosa significhi la gestione dei Big Data, ovvero l’analisi delle tracce digitali delle attività umane per comprendere la complessità sociale.
Due prospettive di analisi (quella delle relazioni affettive e umane e quella sull’indagine dei nuovi media) inedite per il Festival Con-vivere, che costituiscono una novità per un evento che, per tradizione, ha indagato a lungo sulle dinamiche politiche internazionali. E il focus sulla geopolitica mondiale non mancherà neppure nell’edizione 2017: con Alan Friedman, “L’America dopo Trump” (domenica 10 settembre Cinema Garibaldi) verrà analizzato come l’elezione di Trump abbia cambiato lo scenario mondiale; Marco Revelli con “Populismo 2.0” (giovedì 7 settembre a Palazzo Binelli) approfondirà invece il nuovo populismo mentre Cesare Maria Ragaglini in una conversazione-intervista con il giornalista Alessandro Farruggia, (domenica 10 settembre Cinema Garibaldi) ci consegnerà un quadro sulle relazioni internazionali partendo dagli eventi più recenti.

Come sempre poi, anche questa edizione proporrà alcuni excursus nel mondo della scienza: dopo il successo dello scorso anno tornerà Piergiorgio Odifreddi con “Nella rete della matematica” (Venerdì 8 Settembre presso il Cortile Biblioteca Civica) per parlare del concetto di rete partendo dalla matematica; Guido Tonelli che, con la conferenza “Cercare mondi” (venerdì 8 settembre al cinema Garibaldi) indagherà sulle origini dell’universo; Edoardo Boncinelli con “Codice Genetico” (sabato 9 Settembre Cortile Biblioteca Civica), conferenza sul genoma, il nostro primo legame fra essere umani e Maria Chiara Carrozza per parlare di “Robotica e mondo del lavoro” (sabato 9 settembre Cinema Garibaldi).

A completare il quadro, il tema del Festival verrà declinato in musica, cinema, mostre, appuntamenti gastronomici, eventi legati al territorio e iniziative dedicate ai bambini.

Ad aprire gli EVENTI MUSICALI del Festival, che quest’anno saranno tutti gratuiti, Mauro Pagani (giovedì 7 settembre alle 21,30 in Piazza Alberica) con “Creuza De Ma” il celeberrimo album scritto insieme a Fabrizio De André nel 1984, interamente cantato in genovese antico. A seguire (22,30 in Piazza Alberica) il calore e l’energia dell’Orchestra di Piazza Vittorio, il miglior esempio di rete culturale, con i sui musicisti che provengono a dieci paesi diversi e parlano nove lingue diverse.
Alla stessa ora (al Cortile delle Biblioteca Civica), Aeham Ahmad, che porta il suo il suo pianoforte in strada con un carretto e canta per la gente stremata dall’assedio delle truppe di Assad, dai jihaidisti, dai bombardamenti e dalla fame porterà a Con-vivere la sua testimonianza denuncia.
Quello di Beppe Gambetta e Radim Zenkl (sabato 8 settembre ore 10,30 nel Cortile della Biblioteca Civica), sarà un bel viaggio tra connessioni e contaminazioni che, prima dell’avvento di Internet, hanno dato il via a nuovi movimenti musicali e cambiato la storia: Travelin’Man, questo il titolo, è un concerto per raccontare gli incontri tra artisti che hanno dato vita a cambiamenti fruttuosi e la nascita di nuovi generi musicali.
La consueta collaborazione con Gli amici della Lirica, porterà, sabato 9 Settembre (ore 21,30 in Duomo) “O Padre, Figli, Sposa. Storie di Relazioni e affetti”, un excursus tra sentimenti e parole che sono stati capaci di ispirare quelle tante arie che ancora oggi commuovono il mondo.
Infine, il pop e il ritmo africano di Enzo Avitabile e i Bottari di Portico (domenica 10 Settembre ore 22,00 in Piazza Alberica) chiuderanno gli appuntamenti con la musica di Con-vivere 2017. Sarà un incontro tra il cantante, compositore e polistrumentista napoletano, Avitabile che ha collaborato con i grandi nomi della musica internazionale, (Pino Daniele, James Brown, Richie Havens, Africa Bamabaataa, Tina Tarner, Randy Crawford, Mory Kante) e i Bottari, percussionisti che, secondo un’antichissima tradizione poplare, utilizzano come strumenti botti, tini e falci.

I FILM, nella consueta rassegna cinematografica curata dalla produttrice Tilde Corsi, esploreranno il mondo dei media, della rete e dei social network con uno sguardo rivolto al passato, le origini del mondo della rete e delle sue trappole con “The Net. Intrappolata nella rete”, thriller del 1995 diretto da Irwin Winkler e le trappole del mondo dei social con “The social network”, film di David Fincher sul fenomeno popolare di Facebook e i suoi fondatori,vincitore di 4 Golden Globe e 3 Oscar. Per uno sguardo al presente e al futuro sempre più vicino , il documentario di Werner Herzog, “Lo And behold-Internet: Il futuro è oggi”, analisi accurata della doppia faccia del digitale oggi, con importanti domande sul futuro di internet, e il film “Her” di Spike Jonze (premio Oscar per la miglior sceneggiatura) sull’individuo e le relazioni, per concludere con una visione apocalittica sul futuro più remoto che potrà attenderci: quella immaginata nel film fantascienza “Mad Max: Fury Road” di George Miller.
Il lavoro di rete con le ASSOCIAZIONI LOCALI, anche quest’anno porterà a Con-vivere diversi appuntamenti alla scoperta del territorio, a partire dalle passeggiate nel centro storico con l’Accademia Albericiana che indagheranno il legame della città col sacro (Davide Lambruschi), col profano (Daniele Canali), con l’arte (Corrado Lattanzi) e con gli stranieri (Marzia Dati).
L’associazione Astrofili di Massa-Carrara organizzerà i laboratori di osservazione astronomica mentre Piazza delle Erbe sarà dedicata anche quest’anno ai diritti con attività ricreative e di riflessione proposte dalla Accademia Apuana della pace.

In programma anche tre appuntamenti dedicati allo yoga curati da Federica Forti.

L’Istituto Alberghiero di Marina di Massa presenterà proposte di CUCINA che indagheranno il rapporto fra cucina, territorio e salute, con prodotti locali, nutrizionista e show cooking con assaggio finale. Mentre la Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara ha invitato tutti i bar, enoteche, ristoranti del centro a presentare, entro il 13 luglio, una proposta a tema, un menù in merito al tema del Festival.
Infine, come sempre, spazio alle ATTIVITA’ PER I BAMBINI: giochi, letture e laboratori per indagare le relazioni partendo dalle emozioni, e dalla creatività nel costruire assieme una rete intrecciata con file e tessuti come quella proposta nel laboratorio curato dall’associazione Mastrioska di Ernica Pizzicori. Previsto un appuntamento dedicato alla scienza a cura di Toupie per scoprire assieme reazioni e legami ed effetti facendo esperimenti come piccoli scienziati.

Fondamentali, anche per Con-vivere 2017 saranno i VOLONTARI: principalmente studenti delle scuole cittadine in maglia arancione che collaboreranno con lo staff del festival.

Con-vivere è organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara e sarà possibile anche grazie al prezioso sostegno di sponsor e partner: Banca Carige, Conad, Cave Michelangelo, Franchiumbertomarmi, Furrer. Mediapartner che seguiranno l’evento: Antenna 3, Contatto Radio e mentelocale.it.

Per info e programma completo: www.con-vivere.it