Tutte le iniziative in programma a con_vivere – Carrarafestival sono ad ingresso gratuito (salvo diversa segnalazione)

#artidelmarmo Premiazioni

Con Fondazione Marmo e White Carrara Downtown

PAOLA CORTELLESI NON CI RESTA CHE RIDERE. DONNE, LAVORO E COMICITÀ

Presenta Alessandra Vivoli giornalista de Il Tirreno

In caso di pioggia

In caso di pioggia: Tensostruttura

Bianco animato Le cave in celluloide

A cura di Scuola di Nuove Tecnologie dell’Arte, Accademia di Belle Arti di Carrara: Giacomo Ghiri, Kevin Piccioli, Matias E. Reyes

In collaborazione con Fondazione Marmo

Un montaggio che esplora più di un secolo di immagini in movimento sulle cave carrarine. Iniziando da un documento dei Fratelli Lumière di fine Ottocento e attraversando documentari, film di finzione, video d’arte e corti d’essai, l’opera presenta una serie di costrutti visivi associati tramite suggestioni compositive e analogie geografiche.

Un particolare ringraziamento a:

I TRUCCHI DEL MESTIERE IL PASTICCERE CON FRUTTA E VERDURA

alberghiero2014-228x171px

A cura di Istituto Alberghiero “G. Minuto”

In Versilia c’è da sempre la tradizionale Scarpaccia, una torta di zucchine e basilico aromatizzata alla sambuca. La torta di carote è un classico non solo americano, così come la crostata di zucca del Giorno del Ringraziamento, ma forse l’abbinamento più ardito e goloso è quello fra melanzane e cioccolato, unite in un dolce tipico della Costiera Amalfitana.

A seguire degustazione gratuita

O CHE BEL MESTIERE FARE IL CARRETTIERE Uomini al lavoro nel melodramma

A cura di Circolo Carrarese Amici della Lirica “A. Mercuriali”

Donata D’Annunzio Lombardi soprano
Anna Maria Chiuri mezzosoprano
Aquiles Machado tenore
M. Pietro Mariani pianoforte

Cavalieri e principi sono ancora gli eroi del melodramma ottocentesco, anche se poco a poco si affacciano i mestieri del quotidiano, a mostrare la loro forza e persino la loro indispensabilità. Ecco entrare in scena barbieri e carrettieri, pescatori e marinai, banditi e barcaroli… ma anche pittori e poeti, scrittori, circensi e musicisti.

Con il contributo di Giulio Vanelli Marmi S.r.l.

L’altro volto della speranza

Venerdì 7 settembre  - Ore 21.00 Cinema Garibaldi

Film di Aki Kaurismäki (Finlandia 2017) – 98 min.

Khaled è un rifugiato siriano che ha raggiunto Helsinki dove ha presentato una domanda di asilo che non ha molte possibilità di ottenimento. Wilkström, commesso viaggiatore che vende cravatte e camicie da uomo, decide di lasciare la moglie e, dopo aver vinto al gioco, rileva un ristorante in periferia. I due si incontrano e si aiutano. Tentano di ripartire con la gestione del ristorante trasformandolo da un luogo triste e senza clienti, in un locale di sushi alla moda. Un rifugiato, un rappresentante, un cuoco, una cameriera, un direttore di sala e un cane… riusciranno insieme a trovare ciò che cercano? Una commedia surreale e poetica, un campionario umano gentile e di periferia, descritto dal geniale regista con affetto e ironia.

PHILIPPE DAVERIO ARTE DEL MARMO. DA MICHELANGELO AL NOVECENTO

Presenta Eva Giovannini

In collaborazione con Fondazione Marmo

In caso di pioggia

In caso di pioggia: Tensostruttura

IL PRIMO MAGGIO A CARRARA Passeggiata balorda per il centro storico di carrara

A cura di Istituto Storico Sociale Apuano

Relatori: Daniele Canali

In caso di pioggia

In caso di pioggia: Sala del Campionario dei Marmi Accademia di Belle Arti

PASSAGGI DI TEMPO

Pietro Sinigaglia Voce
Gloria Clemente Pianoforte
Andrea Cozzani Basso
Davide L’abbate Chitarre
Matteo Rovinalti Violino
Davide Sinigaglia Batteria

La musica di De André non ha bisogno di particolari trattamenti, vale la natura delle canzoni semplice e raffinata, poetica e reale, immaginifica ma molto pratica. Le canzoni di De André racchiudono in sé l’idea che si possa creare un mondo migliore, in cui l’uguaglianza tra gli uomini sia la condizione necessaria affinché scompaiano guerre e violenze, soprusi e ingiustizie sociali. Faber sta dalla parte degli studenti, degli operai, di chi partecipa alle proteste, di chi cerca di far sentire la propria voce per abbattere barriere e conquistare diritti; una protesta mai gridata, più spesso sussurrata, ammantata da un velo di struggente malinconia e compassione per il prossimo. Rileggere Fabrizio oggi risulta ancora una volta divertente anche se impegnativo.

GLI ULTIMI SARANNO ULTIMI

Venerdì 7 settembre - Ore 22:45 Cinema Garibaldi

Film di Massimiliano Bruno (Italia 2015) – 103 min.

con Paola Cortellesi

Luciana vive ad Anguillara, lavora in fabbrica ed è sposata con Stefano, disoccupato cronico pieno di idee multimilionarie ma refrattario all’idea di “stare sotto padrone”. Da tempo desiderano un figlio che non arriva, ma quando il loro sogno si avvera il datore di lavoro di Luciana si rifiuta di rinnovarle il contratto “a tempo determinato”, vista la gravidanza in corso. Antonio è un poliziotto veneto trasferito ad Anguillara con disonore e accolto con scherno dai colleghi. Appena arrivato si confronta con le peculiarità del paese, a cominciare dai ripetitori che trasmettono la messa dai citofoni e dai lavandini di casa (insieme a una serie di radiazioni pericolose). Il suo è un percorso di espiazione costellato dalle punizioni del capo e le mortificazioni dei compagni di pattuglia.