Con-vivere per le scuole: pioggia di adesioni

Dal teatro alla musica, dal dibattito filosofico alle mostre, dai laboratori al film: le scuole della provincia raccolgono la sfida di con-vivere e si cimentano sul tema Formazione, scelto per l’edizione 2019. In questi anni il Festival organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, che si svolgerà a Carrara da giovedì 5 a domenica 8 settembre, ha cercato di coinvolgere in vario modo le scuole del territorio anche con stage e progetti studiati ad hoc, edizione per edizione. Ma quest’anno, in occasione dell’edizione dedicata alla formazione, il Festival ha previsto un vero e proprio spazio in programma dedicato alle scuole.

In accordo con l’Ufficio Scolastico Territoriale, che ogni anno supporta le attività del festival legate al mondo scolastico, con-vivere ha rivolto un invito speciale agli Istituti della provincia di Massa-Carrara, di ogni ordine e grado (tranne le scuole materne), invitati a presentare progetti di eventi o spettacoli da realizzare durante i giorni della manifestazione. Le spese per ciascuna proposta, compreso il costo di allestimento della location sono a carico del Festival. Le proposte dovevano pervenire entro il 10 maggio. Ne sono arrivate tante e l’organizzazione del Festival è già al lavoro per inserirle tutte nel programma della quattro giorni.

“Questa adesione così alta – sottolinea Enrico Isoppi Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara – è per noi motivo di grande soddisfazione e orgoglio. In questi anni il Festival ha lavorato molto per parlare e lavorare in sinergia con le scuole del territorio. Dal coinvolgimento dei volontari, al riconoscimento dei crediti per la formazione per i docenti. Ringrazio gli istituti, i dirigenti scolastici e i professori che hanno raccolto il nostro invito. Il loro impegno è importante, finalizzato ad una scuola che non sia solo e soltanto trasmissione di nozioni, ma anche e soprattutto guida alla crescita d’insieme della persona e, come recita il tema del Festival 2019, Formazione a tutto tondo.”

A queste considerazioni si aggiungono le parole della Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Lucca e Massa Carrara, Dr.ssa Donatella Buonriposi: “L’Ufficio Scolastico promuove le iniziative formative come quelle offerte dal Festival con-vivere. Rappresentano un’opportunità di crescita e aggiornamento professionale per i docenti, e un’occasione di sviluppo del pensiero critico per gli alunni e le alunne. I temi trattati sono di natura complessa, mai scontati, a volte sono scomodi, perché trattano argomenti che coinvolgono profondamente ragazzi e docenti. Rappresentano senz’altro degli spunti di riflessione anche per il lavoro che potrà essere sviluppato nelle classi. E quest’anno le attività svolte nelle classi sono diventate idee portanti del Festival. Una dimostrazione concreta di questa bella sinergia.”

A sostegno di come la collaborazione con le istituzioni scolastiche sia un tema centrale perché la manifestazione continui ad essere sempre di più espressione del territorio che la ospita, dallo scorso anno è attiva sul sito del festival la pagina “con-vivere per le scuole”, dove è possibile trovare tutte le informazioni utili sulle iniziative e progetti rivolti al mondo della formazione: il programma dei volontari, l’alternanza scuola lavoro, gli eventi dedicati e le conferenze per la formazione dei docenti.

Ecco l’elenco degli istituti e dei progetti presentati.

I.I.S. Einaudi Carrara (Referente Prof. Davide Lambruschi) partecipa con il progetto “Ciceroni per un giorno”; Liceo Gentileschi (referente Prof.ssa Mariella Menichini) con lo spettacolo teatrale “#montecchiVScapuleti”; I.I.S. Barsanti Massa (Referenti Massimiliano Conti e Francesca Elisabetta Rebecchi) con la presentazione del progetto “Meccatronica-Mente”; Liceo Classico “Leopardi” Aulla (Referente Prof.ssa Manuela Schiasselloni) con il film sulla via francigena “Ultima luna”; I.I.S. Da Vinci di Aulla (Referente Prof. Umberto Crocetti) con il “Dibattito filosofico.”; Istituto Comprensivo Malaspina-Staffetti (Referente Gabriella Desiderio) con un laboratorio sul mosaico legato al progetto C.I.A.O. (Conoscenza, Inclusione, Abilità, Orientamento); I.I.S. Salvetti Massa (Referente Agnese De Rito) con “LoGiochiamo. Giochi logici”; Ist. Comprensivo “G. Taliercio” – Avenza (Referente Elisa Tusini) con il concerto dal titolo “A scuola di legalità per formare i cittadini di domani”; Ist. Compr. Carrara e Paesi a Monte (Scuola Carducci, Referente Prof.ssa Carla Benedetti) con “Il costume folkloristico di Carrara”; Scuola secondaria “Dazzi” (Referente Prof. Marco Roselli) con un intervento musicale; Ist. Plama di Massa (Prof. Paolo Biancalana) con “Cantando si impara…”; Ist. Comprensivo “Don Milani” (Referenti Prof. Marco Ricci e Prof.ssa Francesca Coarelli) con “Suoni e parole per educare alla bellezza”; C.P.I.A. Massa Carrara (Prof.ssa Donatella Benassi) con “Il teatro oltre la tempesta”, progetto teatro in carcere e con mostra delle opere degli studenti (Referenti Prof.ssa Erica Gambini e Federica Furia); Scuola Figlie di Gesù (Referente Ilaria Cosci) laboratori per lo spazio bambini del festival.

C’è poi l’Istituto Alberghiero G. Minuto di Marina di Massa che, ormai da diverse edizioni, arricchisce il programma del Festival con degustazioni a tema e raccontando al pubblico di con-vivere la storia e gli usi del cibo tra tradizioni e nuove sperimentazioni. Anche quest’anno gli appuntamenti saranno tre, articolati fra passato, presente e futuro del patrimonio enogastronomico.