Il futuro del pianeta
Giovedì 10 settembre 2020
21:30
Stefano Mancuso
Presenta Matteo Bernabè direttore La voce apuana
Posti esauriti (capienza 60), persone in lista di attesa: 23 (lista chiusa)

Stefano Mancuso

Neurobiologo vegetale e appassionato divulgatore, è stato incluso dal New Yorker tra i world changers, ovvero tra coloro che sono "destinati a cambiarci la vita". È tra le massime autorità mondiali impegnate a studiare e divulgare una nuova verità sulle piante, creature intelligenti e sensibili, capaci di scegliere, imparare e ricordare. Professore presso l'Università di Firenze e ordinario dell'Accademia dei Georgofili, dirige il Laboratorio Internazionale di Neurobiologia Vegetale (LINV, www.linv.org), con sedi a Firenze, Kitakyushu, Bonn e Parigi. Nel 2014 fonda PNAT (www.pnat.net), una start-up dell'università di Firenze per la creazione di tecnologia ispirata dalle piante. Con PNAT produce Jellyfish Barge, una serra galleggiante, autonoma e completamente ecosostenibile, presentata ad EXPO 2015, con la quale vince premi internazionali. È autore di volumi scientifici e di centinaia di pubblicazioni su riviste internazionali, fra cui Verde brillante. Sensibilità e intelligenza del mondo vegetale (con A. Viola), che è tradotto in 17 lingue. Nel 2016 il Ministero della Ricerca scientifica austriaco l'ha proclamato "The Science Book of the Year". Fra i suoi libri: Uomini che amano le piante. Storie di scienziati del mondo vegetale (Firenze 2014); Biodiversi (con C. Petrini, Firenze 2015) e Plant Revolution. Le piante hanno già inventato il nostro futuro (Firenze 2017).


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy utilizzando il tasto 'Leggi' di questo banner o il link presente nella parte inferiore di ogni pagina. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.