Biodiversità
Venerdì 10 settembre 2021
17:00
Marino Gatto
Servizi degli ecosistemi e cambiamenti climatici
Presenta Ilaria Borghini Antenna3

Marino Gatto

È professore emerito di Ecologia del Politecnico di Milano. Negli ultimi anni la sua ricerca si è focalizzata in particolare sull’ecologia delle malattie e dei parassiti, sulla gestione delle risorse biologiche marine e sull’impatto dei cambiamenti climatici su biodiversità ed ecosistemi. Molti sono stati  gli incarichi prestigiosi che ha ricoperto: è stato presidente del Consiglio di Corso di Laurea in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio al  Politecnico di Milano; Presidente della Società Italiana di Ecologia; membro del Senato Accademico del Politecnico di Milano;  membro del consiglio scientifico del Laboratorio Energia & Ambiente Piacenza, Politecnico di Milano; membro del consiglio direttivo del CoNISMa (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare); membro del consiglio di amministrazione della Fondazione CMCC (Centro EuroMediterraneo sui Cambiamenti Climatici). È autore o coautore di più di 250 pubblicazioni di ecologia e di scienze ambientali apparsi come articoli su riviste internazionali o come capitoli di libri e di alcune monografie, tra cui il recente “River networks as ecological corridors: species, populations, pathogens” scritto con Andrea Rinaldo e Ignacio Rodriguez-Iturbe per la Cambridge University Press. Marino Gatto è membro dell’Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere e dell’Istituto Veneto di Scienze Lettere e Arti.


Biodiversità

Esiste un profondo legame tra l’evoluzione della vita, e quindi della biodiversità, e il clima della terra; essi si sono sempre influenzati e continuano a influenzarsi reciprocamente. Biodiversità e funzionamento degli ecosistemi sono strettamente collegati. Perciò conservare la biodiversità vuol dire anche conservare tutti i servizi che gli ecosistemi prestano gratuitamente all’uomo, dalla purificazione naturale delle acque alla stabilità dei versanti alla impollinazione naturale delle piante coltivate.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy utilizzando il tasto 'Leggi' di questo banner o il link presente nella parte inferiore di ogni pagina. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.