Sud
Sabato 10 settembre 2022
21:30
Marco Aime, Cecilia Pennacini
Modera Simona Maggiorelli

Marco Aime

Insegna Antropologia culturale all’Università di Genova. Ha condotto ricerche sulle Alpi e in Africa Occidentale (Benin, Burkina Faso, Mali). Il viaggio, la differenza l’identità, costituiscono temi centrali delle sue ricerche. Ha pubblicato favole per ragazzi, testi di narrativa e saggi, tra cui: Il primo libro di antropologia (Torino 2008); L’altro e l’altrove (con D. Papotti, Torino 2012); La macchia della razza (Milano 2013); Etnografia del quotidiano (Milano 2014); La fatica di diventare grandi (con G. P. Charmet, Torino 2014); L’isola del non arrivo (Torino 2018); Comunità (Bologna 2019); Classificare, separare, esclude. Razzismi e identità (Torino 2020); Il mondo che avrete. Virus, antropocene, rivoluzione (con A. Favole e F. Remotti, Torino 2020). Ha curato: Atlante delle frontiere (Torino 2018) e Pensare altrimenti. L’antropologia in 10 parole (Torino 2020).

Cecilia Pennacini

Professoressa ordinaria di Antropologia culturale presso il Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università di Torino, dove insegna Antropologia visiva, Etnologia dell’Africa e Antropologia museale. Ha lavorato a lungo per la Rai, Radiotelevisione Italiana, realizzando programmi televisivi e documentari etnografici. Dal 1988 conduce ricerche etnologiche in Africa centro-orientale (Repubblica Democratica del Congo, Burundi, Tanzania, Uganda). Dal 2004 al 2019 ha diretto la Missione Etnologica Italiana in Africa Equatoriale (Ministero degli Affari Esteri). Dal 2017 dirige il Museo di Antropologia ed Etnografia dell’Università di Torino. È autrice di numerosi articoli pubblicati su riviste scientifiche, di alcuni volumi tra cui Kubandwa. La possessione spiritica nell’Africa dei Grandi Laghi (2012); Filmare le culture. Un’introduzione all’antropologia visiva (2005); L’Africa delle città (con A. Gusman, 2017), nonché di diversi documentari etnografici tra cui Kampala Babel (2008). Nel 2020 ha ricevuto il Premio Giorgio Maria Sangiorgi per la Storia e l’Etnologia dell’Africa dell’Accademia Nazionale dei Lincei.


Sud

Ecco un nome che non ci si aspetterebbe in un incontro sul futuro e il Web, eppure è proprio nel sud del mondo che la rivoluzione digitale sta trasformando più intensamente il panorama sociale ed economico.